Pubblicato il

Avviare un blog creativo: quello che serve sapere

Consigli e suggerimenti per partire bene.

Avete deciso di aprire un blog per la vostra attività creativa. Avete una voglia matta di raccontare il vostro lavoro, di confrontarvi, di condividere con la rete i vostri successi e le vostre paure. Ma sapete anche che gestire un blog è molto impegnativo: bisogna scegliere con cura gli argomenti da trattare, pubblicare i post con una certa frequenza, coinvolgere chi vi legge. E poi si deve scrivere. Scrivere bene. Scrivere senza refusi e con una certa verve, per mantenere alta l’attenzione. Aiuto! Come si fa a tenere tutto sotto controllo ed avere un blog fatto come dio comanda? Qui trovate quelle che per me sono le basi, le fondamenta su cui costruire un blog solido e destinato a crescere nel tempo.

Osservate la concorrenza

Prima di partire in quarta e sognare di diventare blogger di successo con tanto di fan al seguito, fermatevi e guardatevi intorno. Sono quasi certa che non sarete i primi nel vostro campo ad avere un blog. Già, per quanto possiate essere bravi e creativi, ci sarà qualcun altro che sarà arrivato prima di voi. Scoraggiati? Nient’affatto, bisogna solo farsi spazio e trovare la propria strada. Cercate sul web tutti i blog che trattano il vostro argomento e analizzateli. Cosa c’è e che cosa invece manca? Fate una lista dei pregi e dei difetti dei blog della concorrenza, leggete i commenti dei lettori e soffermatevi su ogni dettaglio. Vi aiuterà a capire cosa vi serve per fare la differenza.

Decidete di che cosa parlare

Un blog “abitudinario” che racconta sempre e solo le stesse cose può stancare in fretta chi lo legge. Una buona strategia è quella di differenziare le tipologie di contenuto per fare in modo che le persone tornino spesso a trovarvi e non si mettano a sbadigliare mentre leggono i vostri post. Questo significa, in pratica, alternare gli argomenti. Qualche esempio? Scrivete degli articoli dove fate vedere le vostre competenze e poi altri in cui raccontate quello che c’è dietro al vostro lavoro. Offrite delle piccole guide in PDF, e valutate l’opzione di creare dei contenuti interattivi.

Pianificate nel tempo la pubblicazione dei post

Un blog che funziona, per quanto sia spontaneo e vicino ai lettori, ha dietro un grande lavoro di pianificazione. Questo significa definire nel tempo cosa pubblicare e ogni quanto. Avete mai sentito parlare del calendario editoriale? Il calendario editoriale è un valido alleato per la crescita del vostro blog, vi aiuterà ad organizzare il lavoro, evitando il panico da: “cosa pubblico oggi?”

Date voce alla vostra voce

Parola d’ordine: personalità. Esercitatevi a scrivere, cancellare e riscrivere un testo perché sia davvero vostro. Allenate la creatività e cercate ispirazione nelle piccole cose per trasmettere sul web il vostro carattere. Siete delle persone frizzanti? Avete un particolare senso dell’umorismo? Trovate il modo di metterlo in risalto nei vostri post.

Evitate di sbrodolare

Spesso mi viene chiesto da chi non scrive di professione quante parole deve avere un post per essere considerato un buon contenuto. Non c’è un numero magico: se per spiegare un concetto avete bisogno di 900 parole, quella è la lunghezza giusta! Se ve ne servono 400 usatene 400, anche se avete letto da qualche parte che più un articolo è lungo e meglio è. Invece di pensare alla lunghezza, concentratevi piuttosto sulla qualità dei vostri testi.

Puntate alla qualità del contenuto

Prima di fare clic sul tasto “pubblica”, chiedetevi se quello che state per postare vale la pena di essere letto. Ogni post deve contenere informazioni preziose per il lettore e avere precise finalità, ad esempio: risolvere un problema, informare, intrattenere ed emozionare.

Coccolate i lettori del blog

Curate il più possibile le relazioni con i vostri lettori, sia quando inizieranno ad arrivare i primi commenti sia quando ci sarà una schiera di persone che vi segue con costanza. Fate attenzione a quello che le persone vi dicono, ascoltate e rispondete anche quando vi viene fatta una critica.

E voi? Siete pronti a dare vita al vostro blog creativo? Se avete bisogno di qualche consiglio, io sono qui.

Articolo a cura di Silvia Sola. 

“Da piccola volevo fare la benzinaia e invece aiuto i piccoli business a crescere attraverso le parole.  Amo i dolci e compro (troppi) vestiti.”

Seguila su www.silviasola.it , sulla sua pagina  Facebook  o Twitter.

Contattaci
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *