Pubblicato il

Far crescere un’attività creativa sul web: l’ascolto è il primo passo

Saper ascoltare davvero per mettere le ali al vostro lavoro

Succede spesso – ancora troppo spesso – che i creativi non curino molto la loro presenza sul web. Ed è un vero peccato! Proprio la rete, infatti, è un terreno fertile per chi ha creatività “da vendere”. Artigiani, crafter e artisti di ogni sorta fanno fatica a trasmettere il valore e l’estro delle loro opere, accontentandosi, il più delle volte, di una presenza on-line abbastanza piatta. Ricevere un buon numero di like su Facebook, così come delle visite costanti sul proprio sito o blog, è importante ma non basta. Se desiderate mirare in alto, però, puntate sull’ascolto.

Per comunicare agli altri il proprio lavoro è necessario saper ascoltare. Se il vostro unico obiettivo è finalizzare la vendita, il cliente se ne accorgerà, considerandovi uno dei tanti venditori di quel prodotto o servizio. L’approccio sarà molto diverso, invece, se dimostrerete di essere davvero interessati a comprendere i bisogni del cliente. Vediamo meglio cosa intendo.

Focalizzatevi sulla persona

Sapere ascoltare è importantissimo nella vita di tutti giorni e anche sul web. Solo l’ascolto permette di comprendere il reale bisogno dell’altro e soddisfarlo. Se si tratta di un cliente, le sue necessità potrebbero essere appagate da ciò che offrite. Provate a intercettare i bisogni di chi vi ha contattato, o di chi pensate potrebbe farlo, rispondendo con un oggetto o un servizio che possa sopperire alla richiesta. Chiedetevi: “Come posso essere utile agli altri?

Create la giusta empatia

Come creativi, anche voi dovrete aprirvi e lasciarvi conoscere – senza per forza dover raccontare la vostra vita nel dettaglio – trasmettendo quanta passione mettete nel vostro lavoro. Fatelo attraverso un sito, un blog, le pagine dei social network, usando le parole ma senza dimenticare l’importanza delle immagini. Raccontatevi anche quando vi capita di incontrare un cliente dal vivo, via mail o telefono, cercando di instaurare quell’empatia necessaria a costruire un rapporto di fiducia e stima. Non abbiate paura di far vedere chi siete e quello che c’è dietro il vostro lavoro.

Tendete l’orecchio

È possibile comprendere il bisogno di qualcuno, prima ancora che lo esprima? Certo che sì, soprattutto se si impara ad ascoltare nel modo giusto. Le reali esigenze di un potenziale acquirente, spesso, emergono attraverso domande non necessariamente legate al prodotto, o servizio, da acquistare. Le community create attraverso i social, così come i commenti agli articoli di un blog, sono mezzi potenti per raccogliere informazioni. In questo modo, o anche con un contatto diretto, cercate di comprendere le necessità dei vostri potenziali clienti. Invitateli a parlare della loro vita. Quali sono le loro abitudini? Che lavoro fanno? Cercate di capire quanto sono disposti a spendere, per ricevere il servizio o l’oggetto di cui hanno bisogno. Fate in modo di ottenere più informazioni possibili: sentendosi a loro agio e ascoltati, è più facile che vi scelgano.

Curate la comunicazione con il cliente

I clienti già acquisiti – o chiunque sia interessato al vostro lavoro creativo – vanno curati e seguiti nel tempo, senza sbavature. Comunicate con loro non solo attraverso i social e gli spazi del vostro sito, ma anche con l’invio di una newsletter periodica. Scegliete con che cadenza inviarla, sfruttatela per aggiornarli sulle novità legate al vostro lavoro: nuovi prodotti e servizi, promozioni, eventi e qualsiasi altra news, che ritenete utile per accrescere il vostro business.

Per concludere, soddisfare i bisogni significa soprattutto fornire qualcosa di originale: lasciate offrire agli altri quello che già esiste! Ascoltare il cliente con estrema attenzione, sarà lui a fornirvi le risposte che state cercando.

*MOMENTO PROMOZIONALE*

Il 04 marzo faccio 30 anni e per festeggiare offro uno sconto del 30% sul mio servizio di consulenza SOS! Check-up. Qui trovi tutte le informazioni: 30% per i miei 30 anni.

Se ti interessa fai in fretta, la promo scade venerdì.

 

Articolo a cura di Silvia Sola. 

“Da piccola volevo fare la benzinaia e invece aiuto i piccoli business a crescere attraverso le parole.  Amo i dolci e compro (troppi) vestiti.”

Seguila su www.silviasola.it , sulla sua pagina  Facebook  o Twitter.

Contattaci
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *